Bergamo: imprenditore e figlio rapinati e picchiati in casa a Natale

rapina in casa bonate sopra

Vigilia di Natale da incubo per un imprenditore e suo figlio rapinati e sequestrati per ore nella loro abitazione da un gruppo di malviventi. È accaduto a Bonate Sopra in provincia di Bergamo. Le vittime sono stare rapinati da tre uomini a volto coperto e armati di pistola. Sul posto sono poi giunti i carabinieri Ponte San Pietro che indagano sulla vicenda.

I banditi sono penetrati in casa verso le 21.00: avrebbero aspettato il figlio dell’imprenditore sotto casa, in una lussuosa palazzina storica in via Vittoria, e sotto la minaccia delle armi si sono fatti aprire la porta. L’imprenditore e il figlio sono stati quindi minacciati e percossi, presi a schiaffi e pugni, per farsi consegnare tutti i preziosi e il denaro tenuti in casa.

Dopo aver fatto razzia di alcuni gioielli e di circa 1.500 euro in contanti i rapinatori sono però rimasti altre tre ore nell'abitazione, probabilmente perché non soddisfatti del bottino. Alla fine sono fuggiti a bordo del Porsche Cayenne dell'imprenditore dopo aver preso le chiavi a casa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail