Bari, armi, prostituzione, droga: 30 arresti nel capoluogo pugliese

People stand next to police cars at the main entrance of the Lazzaro Spallanzani Institute in Rome on November 25, 2014. A doctor, 50-years old from Sicily whose first name was reported to be Fabrizio, the first Italian to contract the Ebola virus, arrived in Rome from Sierra Leone, where he was working for the charity Emergency at a clinic for Ebola victims, for specialist treatment in an infectious diseases hospital. AFP PHOTO / GABRIEL BOUYS        (Photo credit should read GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

Questa mattina, alle prime luci dell'alba, è scattata un'operazione della Polizia di Stato a Bari. Secondo le prime notizie che arrivano dal capoluogo pugliese, sarebbero stati ben 180 gli uomini impiegati. La Squadra Mobile è entrata in azione con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine, del Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica e di unità cinofile e aeree. Gli arrestati sono oltre 30.

Le accuse nei confronti dei fermati sono a vario titolo, di estorsione, associazione a delinquere, evasione dagli arresti domiciliari, detenzione illegale di armi, associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, truffa ai danni dell'Inps, falso ideologico per induzione commessa da pubblico ufficiale, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari, sono state avviate più di tre anni fa, nel marzo del 2012. E non solo hanno ottenuto il risultato di documentare e tracciare le attività criminali di alcuni gruppi malavitosi, ma hanno anche consentito di sequestrare 52 kg. di hashish, 10 kg. di marijuana, più di 4 kg. di cocaina, e 1 un kg. e mezzo di eroina.

La Questura si riserva di rendere noti ulteriori particolari in mattinata, in conferenza stampa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail