Agguato a Palma di Montechiaro (Agrigento): grave 49enne

Palma di Montechiaro

Agguato a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, dove ieri sera un uomo di 49 anni, Diego Provenzani, già noto alle forze dell'ordine, è rimasto ferito in modo grave da tre colpi di pistola che lo hanno raggiunto all'addome e al braccio.

La vittima è stata poi soccorsa e ricoverata presso l'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata dove è stata sottoposta a intervento chirurgico per poi essere trasportata al nosocomio di Agrigento in prognosi riservata. Gli inquirenti pensano a un tentato omicidio legato ad ambienti della Stidda.

Il 49enne sarebbe stato inseguito da un'auto mentre era alla guida del suo scooter lungo la strada provinciale, in contrada Ciotta, nei pressi del bivio per Marina di Palma. Quattro i colpi di pistola calibro 9 che sono stati esplosi all'indirizzo dell'uomo, poi i sicari sono fuggiti, con ogni probabilità convinti di aver ucciso il loro bersaglio.

Agrigento Notizie ricorda che il palmese Diego Provenzani venne coinvolto nelle indagini sull’omicidio, nel 1992, del maresciallo dei carabinieri Giuliano Guazzelli: inizialmente condannato per l'uccisione fu poi assolto in seguito alle dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, tra cui Giovanni Brusca, i quali dissero che fu Cosa Nostra e non la Stidda a volere la morte del sottufficiale dell'Arma.

Del tentato omicidio, che gli investigatori ipotizzano di matrice mafiosa, si sta occupando la squadra mobile di Agrigento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail