Monza, picchia la convivente incinta e mette in pericolo la gravidanza: arrestato 27enne

ospedale-vimercate.jpg

Un ragazzo di 27 anni, cittadino ecuadoregno domiciliato a Mezzago, piccolo comune in provincia di Monza e Brianza, è stato arrestato con l’accusa di aver pestato a sangue la convivente incinta davanti ai due figli piccoli della coppia.

Quella che è emersa nel corso delle indagini è una lunga storia di abusi e violenze iniziata ormai anni fa e più volte denunciata alle autorità. La vittima è una ragazza di 25 anni, connazionale del giovane, ricoverata da giovedì all’ospedale di Vimercate e tenuta sotto osservazione per minaccia di aborto.

La giovanissima ha raccontato di esser stata brutalmente aggredita dal compagno che, nonostante fosse a conoscenza della gravidanza, non ci ha pensato due volte prima di prenderla a calci e pugni in volto e all’addome, mettendo in serio pericolo il feto.

Non solo. La giovane ha denunciato ai militari che quella gravidanza sarebbe frutto di una violenza sessuale da parte del compagno. Ora, mentre le indagini faranno il proprio corso, il 27enne si trova in carcere e i due figli della coppia, di 2 e 4 anni, sono stati presi in carico dai servizi sociali e affidati temporaneamente a una casa famiglia.

  • shares
  • Mail