Stefano Cucchi, il pm: “Subì un violentissimo pestaggio”

La Procura di Roma è convinta che Stefano Cucchi sia stato pestato con violenza nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009 e lo ha messo nero su bianco nella richiesta di incidente probatorio inviata al giudice per le indagini preliminari per chiedere una nuova perizia medico legale nell’ambito dell’inchiesta bis che ha visto salire a 5 il numero di carabinieri iscritti nel registro degli indagati.

Nella notte tra il 15 ed il 16 ottobre 2009 Stefano Cucchi fu sottoposto ad un violentissimo pestaggio da parte di Carabinieri appartenenti al comando stazione di Roma Appia.

La richiesta fa seguito ai risultati della consulenza del radiologo Carlo Masciocchi, che nelle radiografie di Stefano Cucchi ha evidenziato “una frattura lombare recente”. Alla luce di questo, scrivono i pm, si rende “necessaria una rivalutazione dell’intero quadro di lesività anche ai fini della sussistenza o meno di un nesso di causalità tra le lesioni patite da Stefano Cucchi a seguito del pestaggio, e l’evento morte”.

A questo si è aggiunta, ne scrive oggi il Corriere Della Sera, l’intercettazione di una conversazione tra l’ex moglie di uno dei carabinieri indagati e lo stesso militare, datata settembre 2015: “Hai raccontato la perquisizione... hai raccontato di quanto vi eravate divertiti a picchiare quel drogato di merda. Non ti preoccupare... che poco alla volta ci arriveranno perché tu mi hai raccontato a me... lo hai raccontato a tanta gente di quello che hai fatto”.

La donna è stata interrogata dal pm e ha confermato anche in quella sede di aver appreso dall’ex marito del pestaggio avvenuto quella tragica sera e di quelli ai danni di altri soggetti che venivano arrestati, arrivando a parlare di un comportamento piuttosto consueto.

Indagati nell’inchiesta bis, lo ricordiamo, sono i carabinieri Alessio Di Bernardo, Raffaele D’Alessandro, Francesco Tedesco - lesioni personali aggravate e abuso di autorità - e Vincenzo Nicolardi e Roberto Mandolini. Il primo è indagato per falsa testimonianza e false informazioni al pm, mentre il secondo di sola falsa testimonianza.

cucchi-stefano-ilaria

  • shares
  • Mail