Palermo, 6 arresti per mafia


Questa mattina è stata portata a termine, a Palermo, l'operazione «Torre dei diavoli» da parte dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Palermo che ha portato all’esecuzione di sei fermi e fatto luce su un omicidio di mafia commesso lo scorso 3 ottobre.

I fermati, ora a disposizione dei sostituti procuratori Sergio Demontis, Francesca Mazzocco e Gaspare Spedale, sono accusati a vario titolo di omicidio, tentato omicidio, associazione mafiosa e reati legati al possesso di armi. Le indagini hanno accertato il processo di riorganizzazione interna della cosca e la capacità militare culminata nel recentissimo omicidio di Salvatore Sciacchitano e nel ferimento di Antonino Arizzi.

Dalle indagini, grazie a intercettazioni ambientali e telefoniche, sarebbe emerso un vero e proprio sistema elettorale per eleggere i vertici del clan: tra i fermati c'è anche uno dei sette ergastolani condannati e poi scagionati dal processo per la strage di via D'Amelio costata la vita a Paolo Borsellino: si tratta di Natale Gambino, finito in cella insieme a Giuseppe Greco, già arrestato e condannato per associazione mafiosa. I due, intercettati, parlano esplicitamente del rinnovo dei vertici dell'associazione mafiosa.

I particolari dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 presso gli uffici della Procura Distrettuale della Repubblica di Palermo.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail