Camorra, 28 arresti nel clan dei Casalesi. E c’è un sindaco in fuga

Blitz camorra Marcianise Giugliano

Il clan dei Casalesi è stato colpito duramente da un’operazione anticamorra avvenuta nelle ultime ore che ha portato all’arresto di 28 persone riconducibili al clan di Michele Zagaria, il boss arrestato il 7 dicembre 2011.

Le indagini della Dda di Napoli hanno rivelato un sistema criminale estremamente ramificato, nel quale sono coinvolti amministratori locali ed esponenti dell’imprenditoria casertana. Fra i politici coinvolti nelle indagini c’è anche Michele Griffo, sindaco di Trentola Ducenta che risulta attualmente ricercato dalle forze dell’ordine con l’accusa di concorso esterno al clan dei Casalesi. Le accuse rivolte agli altri indagati sono le più svariate: associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, estorsione, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, abuso d'ufficio, truffa e turbata libertà degli incanti. Per 24 delle 28 persone arrestate è previsto il carcere, mentre per altre 4 (fra cui l’ex sindaco di Trentola Dugenta, Nicola Pagano) sono previste misure restrittive.

In aggiornamento

  • shares
  • Mail