Grosseto: pensionato ucciso a bastonate in casa, arrestato il nipote

anziano ucciso grosseto

Aggiornamento 12 dicembre 2015 ore 11.30 - Per l'omicidio di Antonio Tucci, il 71enne di Castellammare di Stabia trovato cadavere in casa sua domenica scorsa a Castel del Piano (Grosseto), c'è un arresto. In manette è finito il nipote della vittima Claudio Orlando, 45 anni, originario Nemi (Roma). Sarebbe stato lui a fracassare il cranio a Tucci con un corpo contundente, probabilmente un bastone o una spranga.

Orlando è stato arrestato su un pullman nella zona di Albano laziale con l'accusa di omicidio volontario. L'indagato durante lo scorso mese di ottobre aveva abitato con il parente a Castel del Piano, nello stesso appartamento teatro dell'omicidio. Per il movente del delitto l'ipotesi e di una richiesta di soldi non esaudita da parte del nipote al pensionato.

Come riporta Il Tirreno secondo gli inquirenti Orlando mirava alla pensione dello zio aumentata della tredicesima e di fronte al suo rifiuto lo avrebbe ucciso al culmine di una lite. L'indagato era già stato allontanato dalla sua famiglia e da altri parenti per comportamenti violenti e perché considerato autore di furti ai loro danni.

Secondo il procuratore Raffaella Capasso inoltre è stata accertata "in maniera inoppugnabile la presenza di Claudio Orlando nell'abitazione dello zio in orario compatibile con quello della sua morte".

Grosseto: 71enne in carrozzina trovato morto in casa, è omicidio

Antonio Tucci, di 71 anni, è stato trovato morto ieri in casa sua a Castel del Piano, in provincia di Grosseto. L'anziano, costretto su una sedia a rotelle, potrebbe essere stato ucciso durante un'aggressione secondo i primi rilievi. Sul corpo dell'uomo sarebbero presenti segni di traumi violenti compatibili secondo il medico legale con dei colpi di bastone o spranga sferrati alla testa.

Sono stati due nipoti della vittima, preoccupate per il fatto che l'uomo non rispondesse al telefono, a fare la scoperta. Una di loro aveva la chiavi di riserva dalla casa dello zio. Tucci abitava da solo e riceveva assistenza domiciliare dagli operatori della locale Asl, non la domenica però. Non è ancora chiaro se dall'appartamento manchi qualcosa, ne se siano stati rilevati segni di effrazione.

Dato l'allarme sul posto sono giunti i carabinieri insieme agli operatori sanitari della Misercordia ma per Tucci non c'era ormai nulla da fare. L'uomo, come riporta Il Tirreno, usciva di casa praticamente solo per prendere la pensione. I militari dell'Arma hanno messo sotto sequestro l'abitazione del 71enne, che viveva da un paio d'anni a Castel del Piano, avviando le indagini per ricostruire l'esatta dinamica e le ragioni del decesso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail