7.700 reati al giorno nel 2014. Furti in aumento

dati furti italia

Nel 2014 in Italia sono stati compiuti 2,8 milioni di reati, più di 7.700 al giorno, 320 all'ora, secondo i dati diffusi dal Dipartimento della pubblica sicurezza del ministero dell'Interno di cui rende conto Il Sole 24 Ore. Nel 2013 i reati erano stati quasi 2,9 milioni, ma se c'è un calo in generale delle denunce è sempre più allarme furti che continuano ad aumentare (+1,2%) sui dodici mesi. Si parla di borseggi, scippi, effrazioni e taccheggi.

Nel 2014 in dettaglio sono aumentati dell'8,12% i furti con destrezza, per 180.000 denunce, e del 2% circa quelli in casa, per 256.000 denunce. Sul territorio la situazione è varia, con le aree del Nord e del Centro dove economicamente si sta meglio che sono più bersagliate da ladri e topi d'appartamento. In testa per denunce ci sono Rimini e Milano (oltre 5.000), seguite da Bologna e Roma (più di 4.000) contro una media nazionale pari a 2.600.

La regione in cui si denuncia di più è l'Emilia Romagna seguita da Lazio e Lombardia. Per concentrazione di reati a fronte di una media nazionale di circa 4.600 denunce ogni 100.000 abitanti, a livello provinciale in testa alla non invidiabile classifica si piazza Milano che supera gli 8.000 casi mentre Roma si ferma a 6.400. Seguono Rimini e Bologna.

Per i delitti sono ancora le aree economicamente più forti a raccogliere il maggior numero di denunce, il 30% di quelle totali viene fatto nel Nord Ovest, con la Lombardia prima, seguono il Centro e quindi Nord Est, Sud e Isole. Sempre secondo i dati del Dipartimento di pubblica sicurezza i furti d'auto sono quasi il triplo della media italiana a Catania e nelle province di Barletta-Andria-Trani e Bari mentre Napoli ha il primato delle rapine, con un tasso di 216 contro una media nazionale di 65: sono 6.700 su 39.000, un sesto delle rapine eseguite in un anno in Italia.

  • shares
  • Mail