Lione, uccide la moglie e i quattro figli piccoli: arrestato 33enne

strage-in-famiglia-a-lione.jpg

Un uomo di 33 anni è stato arrestato ieri sera a Lione, in Francia, in relazione alla morte della moglie e dei loro quattro figli piccoli, trovati cadaveri nell’abitazione di famiglia intorno alle 20.45 di ieri.

All’arrivo dei vigili del fuoco, allertati dalla sorella della donna uccisa, per le cinque vittime non c’era più nulla da fare: i corpi erano stati coperti con dei teli, mentre il 33enne, indicato dalle autorità come autore del massacro, li stava vegliando in stato confusionale.

I primi rilievi del medico legale hanno confermato che i quattro piccoli - di 6 mesi, 18 mesi, 3 anni e 7 anni - sarebbero stati soffocati, mentre sul corpo della donna, la cui identità non è stato diffusa alla stampa, sarebbero state rinvenute lesioni compatibili con un’arma da taglio. Sarà l’autopsia, già disposta dai magistrati, a fare chiarezza sulla vicenda. Il quinto figlio della coppia, un adolescente di 14 anni, si trovava dai nonni al momento della tragedia.

L’uomo, secondo quanto riferiscono i quotidiani locali, in passato era stato affetto da gravi problemi psichici che, alla luce dei tragici fatti, non erano stati superati. Le autorità hanno precisato che il 33enne ha riconosciuto di aver commesso gli omicidi e che il suo stato mentale è compatibili con la detenzione. Al momento si trova guardato a vista in attesa di ulteriori accertamenti psichiatrici.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail