Bologna: il figlio di Erdogan segnalato in Procura. C'è un esposto per riciclaggio

Turkish President Recep Tayyip Erdogan speaks as Japanese Prime Minister Shinzo Abe (unseen) listens on, during a joint news conference, on November 13, 2015 in Istanbul.  AFP PHOTO/OZAN KOSE        (Photo credit should read OZAN KOSE/AFP/Getty Images)

Recep Tayyip Erdogan, il controverso presidente turco, fortemente sospettato di aver offerto il suo sostegno all'estremismo islamico in Siria, ha un un figlio, Bilal, che frequenta la Johns Hopkins University a Bologna. E fin qui tutto normale. Ma, ieri, è saltato fuori un particolare non trascurabile. Presso la procura della Repubblica del capoluogo emiliano, c’è da un mese un esposto di un oppositore politico, in cui viene ipotizzato il reato di riciclaggio nei confronti del secondogenito del "sultano".

La notizia è stata riportata da Il Fatto Quotidiano, in un articolo di David Marceddu. Secondo il giornale, la segnalazione è giunta in procura nell'ottobre scorso. A sottoscriverla sarebbe stato "un facoltoso imprenditore turco, rifugiato politico in Europa". Tuttavia, l'uomo, per ragioni di sicurezza, preferisce rimanere nell'anonimato.

Dall'esposto, si legge che l'imprenditore, tra le altre cose, denuncia "un vero e proprio accanimento politico e giudiziario nei confronti della sua famiglia da parte del primo ministro Erdoğan, il cui potere nelle istituzioni turche è divenuto sempre più pervasivo" .

Ricordiamo che Bilal (35 anni) è tornato lo scorsa estate con la famiglia a Bologna. Ufficialmente per riprendere a studiare per un corso di dottorato, iniziato nel 2007. E sempre secondo l'esposto, sarebbe arrivato “con importanti somme di denaro” in Italia, forse per mettere in atto un “progetto di fuga in vista del voto anticipato del prossimo primo novembre”. Il risultato elettorale della parlamentari poi premiò il partito di suo padre.

Bilal, già coinvolto in uno scandalo di tangenti nel suo paese insieme al padre, si è difeso da tali accuse e ha ribadito che è Italia solo per terminare il dottorato. "Quando finirò –aveva detto in una intervista – ritornerò nel mio paese e vivrò là fino al mio ultimo respiro" .

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail