Peshawar, impiccati 4 talebani

Quattro militanti talebani affiliati al gruppo islamico armato affiliato al Tehrik-e-Taleban Pakistan (Ttp), implicati nell'attacco a una scuola di Peshawar, in Pakistan, avvenuta nel dicembre 2014 in cui morirono 150 persone, quasi tutti bambini e adolescenti, sono stati condannati a morte per la strage e sono stati impiccati stamane in una prigione della provincia nord occidentale di Khyber Pakhtunkhwa. Si tratta delle prime esecuzioni per le sei condanne a morte relative al massacro.

I quattro erano sono stati giudicati da un tribunale militare segreto: per decisione delle autorità pakistane infatti in seguito all’attacco del 2014 i magistrati civili non seguono più cause di questo tipo poiché potrebbero essere intimiditi e spaventati dagli jihadisti. I nomi dei giustiziani erano Maulvi Abdus Salam, Hazrat Ali, Mujeebur Rehman e Sabeel detto Yahya.

Una decina di giorni fa Amnesty International aveva duramente criticato il Governo di Islamabad per la ripresa delle impiccagioni che hanno fatto salire il Pakistan ai primi posti al mondo tra i paesi con il numero più alto di esecuzioni: da quando il Pakistan ha ripreso le esecuzioni, sospendendo la moratoria nel gennaio 2015, ben 300 persone sono state giustiziate.

  • shares
  • Mail