Omicidio a Sant’Antimo: trovata donna carbonizzata in auto data alle fiamme

omicidio a sant'antimo

Omicidio a Sant’Antimo in provincia di Napoli dove una donna è stata uccisa e il suo corpo dato alle fiamme. La vittima è Maria Migliore, 30 anni. Il cui cadavere è stato rinvenuto carbonizzato in un'autovettura incendiata, un Doblò Fiat, in via Toriello Separiello, alla periferia della centro di 36mila abitanti.

L’allarme è scattato la scorsa notte e secondo gli investigatori dietro il delitto potrebbe esserci un giro di droga. Chi indaga cerca ancora riscontri, ma crede di aver imboccato la pista giusta tant’è vero che i carabinieri di Sant’Antimo hanno già fermato un uomo e sua figlia mentre il fidanzato di quest'ultima è stato solo denunciato dato che avrebbe collaborato con i militari.

Gli inquirenti ipotizzano che il movente dell'omicidio sia legato una sorta di vendetta trasversale, per uno sgarro legato a un traffico di stupefacenti, come Maria Migliore sarebbe stata coinvolta non è ancora chiaro. I due arrestati sono già stati interrogati dalla procura di Napoli Nord diretta dal procuratore Francesco Greco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail