Mafia, Castelvetrano: 4 arresti nel clan di Messina Denaro - Video


Si prova a stringere ancora il cerchio attorno al super boss latitante di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, ricercato dal 1993 e che secondo un pentito fino a due anni fa era nascosto in una villa di Campobello di Mazara.

In una operazione denominata Eden 2 e scattata questa mattina i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani hanno eseguito 4 arresti a carico di altrettanti soggetti indagati per rapina e ricettazione aggravate dalle finalità mafiose.

Il blitz secondo quanto spiegato dagli investigatori si inserisce nell'ambito "della complessiva manovra finalizzata alla cattura di Matteo Messina Denaro" e al "progressivo depotenziamento dei circuiti criminali ed economici" della cosca della primula rossa trapanese.

Gli arresti sono stato compiuti tra Palermo e Trapani dopo le indagini su un colpo da 100mila euro in un deposito di spedizioni, rapina che serviva proprio per finanziare la latitanza di Messina Denaro, scrive Repubblica. I quattro arrestati avrebbero svaligiato a novembre 2013 il deposito della "Ag trasporti" che era sotto sequestro, con le telecamere di sorveglianza del deposito che hanno ripreso la scena con l'irruzione dei malviventi che fingono un blitz della polizia.

Le indagini si sono concentrate in particolare sulla cosca mafiosa egemone a Castelvetrano, documentando tra l'altro l'accordo tra i maggiori segmenti di Cosa nostra di Bagheria e appunto Castelvetrano per la gestione di affari criminali comuni. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip su richiesta della Procura distrettuale antimafia di Palermo.

arresti clan messina denaro

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail