Quarto Grado | Puntata 23 ottobre 2015 | Tutti i casi

Nuova puntata di Quarto Grado questa sera alle 21.15: seguitela in diretta con Blogo.

  • 00.17

    Intanto Simone Toscano ci informa che l'orologio della Panarello, che si può vedere in tutte le foto e video, dal giorno dell'omicidio di Lorys è scomparso del nulla. Questa sparizione ha a che fare con il delitto?

  • 00.10

    Veronica Panarello continua a dirsi innocente: non ha ucciso lei il figlio, Lorys Stival. Il marito però non le crede.

  • 23.31

    Nel processo a carico di Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio c'è stata un'udienza fondamentale, quella sul dna ritrovato sui leggings e sulle mutandine della ragazzina. Il comandante dei Ris, che ha deposto in aula, non ha dubbi: quelle tracce sono attribuili a Ignoto 1, quindi a Bossetti.

  • 23.20

    «Sono dispiaciuto per quanto é stato riferito in merito a fatti legati alla famiglia Ragone: non mi sono mai recato nella loro abitazione prima del tragico evento per cene o altro e dopo il trasferimento di Trifone i nostri rapporti erano rimasti di cortesia, smentisco, dunque, uscite in pub o pizzerie assieme a lui». Esordisce così, Giosuè Ruotolo - unico indagato per l’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza - in una lettera resa nota a “Quarto Grado”. «Sopratutto sono dispiaciuto per una mia presunta richiesta di 25€ alla famiglia Ragone che mi sarebbero stati dovuti per il saldo di un pregresso debito del mio commilitone Trifone. Preciso nel modo più assoluto di non aver mai compiuto una tale richiesta e ritengo offensivo attribuirmi un fatto di così basso valore morale». E conclude: «Provo rispetto nei confronti della famiglia Ragone per l'immenso dolore che la stessa sta vivendo. Chiedo nel contempo che sia rispettato anche il dolore mio e dei miei familiari per il coinvolgimento in questa triste vicenda della quale mi sono da sempre ritenuto estraneo».

  • 22.50

    Giosuè Ruotolo è innocente o ha ucciso Teresa e Trifone a Pordenone? Per gli inquirenti è lui il colpevole, ma lui continua a proclamare la sua estraneità ai fatti. Intanto bisogna ancora individuare un possibile movente.

  • 22.20

    Antonio Ciontoli, dopo la prima dichiarazione ai magistrati in cui parlava di una tragica fatalità, con la pistola che gli è scivolata e un colpo che è partito, ora dà una nuova versione dei fatti, parlando di uno scherzo che ha fatto a Marco, puntandogli addosso la pistola e sparando, credendo che fosse scarica.

  • 22.05

    Si passa al caso di Marco Vannini. I genitori del giovane sono presenti in studio, per commentare quanto accaduto quella sera a casa dei Ciontoli, dove Marco è stato colpito da un colpo di pistola che lo ha poi ucciso.

  • 22.00

    La moglie di Bozzoli, quando ha fatto la denuncia di scomparsa, ha subito espresso le sue preoccupazioni e i suoi sospetti su quanto poteva essere successo. La donna ha parlato da subito di screzi sul luogo del lavoro, a causa di problemi con la famiglia del fratello, in particolare coi nipoti che lavoravano in azienda.

  • 21.55

    A Quarto Grado parla un testimone, un messo comunale che ha incontrato Ghirardini prima della sua scomparsa e prima della sua morte: «Mi sembrava un poco preoccupato. Io l’ho visto il lunedì. Lui è sparito il mercoledì. Per quel che lo conosco, era uno che parlava abbastanza. Invece quel giorno, non mi sembrava tranquillo. Lui va a caccia di lepri… stava pulendo il giardino e gli ho chiesto com’era andata la caccia. Mi ha detto proprio due battute semplicissime, però mi sembrava preoccupato. Mi aveva raccontato che era andato a caccia la domenica. Poi, più di tanto non ha detto. Però mi pare di ricordare che avesse detto che avevano sparato a una trentina di lepri, e l’ultima cosa che mi ha detto è stata: “Adesso basta”», spiega l’uomo. «Quella cosa lì mi ha fatto un poco pensare. La caccia è appena iniziata. Mi sembrava strano… perché uno che spara a una trentina di lepri a metà ottobre, penso che andrà anche dopo. L’ho interpretato come se stesse pensando a qualcosa, anche perché so che lavorava là. Poi ha firmato un pezzo di carta che doveva firmare e io me ne sono andato». Il testimone infine ribadisce: «Quella cosa mi ha lasciato un po’ così… conoscendo il tipo loquace. Invece, stava pensando a qualcos’altro, secondo me. Infatti, mercoledì doveva andare a caccia e non ci è mai andato».

  • 21.30

    Si inizia con il duplice mistero di Brescia: che fine ha fatto Mario Bozzoli, scomparso da tanti giorni dalla sua azienda, e come è morto pochi giorni dopo il suo operaio Giuseppe Ghirardini, trovato senza vita nei pressi del Passo del Tonale? Ghirardini era un testimone scomodo della morte di Bozzoli? È stato ucciso? E Bozzoli è stato gettato negli altoforni della sua azienda?

quarto-grado-bozzoli-scomparso

Quarto Grado torna stasera con un nuovo appuntamento dedicato alle novità sulla misteriosa scomparsa di Mario Bozzoli, sul duplice omicidio di Pordenone e sull'omicidio di Marco Vannini. L'appuntamento è per questa sera alle 21.15 su Rete4 e in liveblogging qui su Blogo.

Quarto Grado | Puntata 23 ottobre 2015 | Anticipazioni


Cosa emergerà dall’ultimo sopralluogo nella fonderia dell’imprenditore scomparso a Marcheno? E la morte di Giuseppe Ghirardini, come s’intreccia alla sparizione di Mario Bozzoli? Gli interrogativi posti da questo giallo nel giallo, che da due settimane tiene col fiato sospeso Brescia e il Paese, aprono il nuovo appuntamento con “Quarto Grado”, in onda questa sera, alle ore 21.15, su Retequattro.

Nuovi esami scientifici sono previsti anche per il duplice omicidio di Pordenone: ai Ris di Parma, infatti, spettano l’analisi delle campionature e gli accertamenti sul materiale sequestrato all'unico indagato, il militare campano Giosuè Ruotolo. Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, approfondisce gli sviluppi delle indagini e la posizione del commilitone, che continua a proclamarsi innocente.

Il settimanale a cura di Siria Magri, infine, affronta le importanti novità del delitto di Marco Vannini e il processo a Massimo Bossetti. In Tribunale si dibatte della prova cardine: il Dna del muratore di Mapello trovato sugli slip di Yara Gambirasio.

Quarto Grado: come vederlo in tv


Quarto Grado è in diretta ogni venerdì sera su Rete4, intorno alle 21.10. Se lo perdete potete recuperarlo dal giorno seguente sul sito VideoMediaset.it.

Quarto Grado: Second Screen


Quarto Grado può essere seguito anche sui social, attraverso i profili ufficiali Twitter @QuartoGrado e Facebook Quarto Grado. Per interagire con la trasmissione basterà usare l'hashtag #quartogrado.

  • shares
  • Mail