Marocco: hashish nella Valle del Rif

Nel 2003 il Marocco ha prodotto circa tremila tonnellate di hashish. La coltivazione avviene principalmente nella Valle del Rif, dove i campi di marijuana sono un po’ come i vigneti nell’Oltrepò Pavese; assolutamente logici. La strada per la quale lo stupefacente arriva in Europa, passa dal mare; a volte, come vi abbiamo raccontato qui, la polizia riesce a bloccare lo stupefacente.

Più spesso, non ce la fa, e lo stupefacente arriva con la massima tranquillità. Quello che vedete qui sopra è un documentario sull’attività in loco dei coltivatori marocchini. Principalmente povera gente che per sopravvivere fa quello che da sempre fa; coltiva marijuana. Guadagnandoci anche poco: circa duecentoventi milioni di dollari l’anno, per un ricavo, una volta arrivati alla vendita al dettaglio, di circa dodici miliardi e mezzo di dollari.

  • shares
  • Mail