Mega-sequestro di hashish nel porto di Cagliari

Oltre 20 tonnellate di hashish, dal valore commerciale al dettaglio di circa 200 milioni di euro, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Cagliari a bordo della nave Jupiter, cargo di 100 metri battente bandiera delle Isole Cook.

Tutto sarebbe iniziato una ventina di giorni fa quando il II Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza ha ricevuto la notizia dai canali di collaborazione internazionale che un ingente carico di stupefacenti era in transito lungo il Canale di Sardegna. Grazie a tre pattugliatori dei Gruppi Aeronavali di Messina e di Cagliari e con la collaborazione della Guardia Civil spagnola, le Fiamme Gialle hanno individuato il cargo in navigazione in acque internazionali. Scortato fino al porto di Cagliari, il cargo è stato ispezionato con l'ausilio di grosse gru per spostare gli enormi blocchi di granito trasportati dalla Jupiter; secondo quanto ricostruito dalle agenzie stampa la nave è rimasta in porto per oltre 18 giorni, finché i finanzieri del Gico di Cagliari sono riusciti a scoprire l’area dello scafo nella quale era stato celato lo stupefacente.

Gli 821 pacchi di hashish sono stati individuati all’interno dei cassoni di zavorra di prua: un’angusta intercapedine ricavata tra la chiglia esterna della nave e lo spazio interno che all’occorrenza viene riempita d’acqua per il bilanciamento del carico.

L’operazione è stata condotta in collaborazione con la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (D.C.S.A.), il Maritime Analysis ad Operations Centre – Narcotics (MAOC-N) di Lisbona, il Ce.C.L.A.D. ed Ocrtis francesi, Europol e la Guardia Civil spagnola.

  • shares
  • Mail