Roma, un poliziotto è stato arrestato per aver picchiato una vicina di casa con una mazza da baseball

La vittima di questa aggressione, la signora Claudia Ursini, è stato aggredita e picchiata da un poliziotto fuori servizio nel giardino del condominio

12118887_1223241541025389_3126711466597732784_n.jpg

Un agente di Polizia è stato arrestato a Roma con l'accusa di tentato omicidio ai danni di una vicina di casa, la signora Claudia Ursini, pestata selvaggiamente con una mazza da baseball e poi colpita con calci e pugni nel cortile condominiale di un comprensorio di Castel di Leva. Non si conoscono ancora le ragioni alla base dell'aggressione, ma sono ben evidenti i danni causati da questo poliziotto fuori servizio alla donna di mezza età immortalata nella foto in cima al post al fianco di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano.

I fatti risalgono a domenica scorsa, quando la stessa vittima ha segnalato prima al 113 e poi al 118 di essere stata aggredita e picchiata da un poliziotto. Trasportata all'Ospedale Sant'Eugenio, i medici hanno accertato fratture al cranio e alle costole. Il presunto responsabile è stato prima sospeso dal servizio e poi arrestato con l'accusa di tentato omicidio.

La signora Ursini ha contattato Ilaria Cucchi per raccontarle il fatto, soprattutto perché il suo presunto assalitore non era stato immediatamente posto in stato di fermo. La Cucchi ha dunque scritto una lettera aperta alla Presidente della Camera, l'onorevole Laura Boldrini, per portare anche alla sua attenzione questo fatto di cronaca e per chiederle di "restare sensibile e attiva contro ogni violenza da chiunque commessa, contro le donne e contro gli ultimi". Ecco la lettera che Ilaria Cucchi ha pubblicato sul blog che cura per l'Huffington Post:

Cara presidente della Camera dei Deputati,
On Laura Boldrini

Questa donna si chiama Claudia Ursini.

Mi ha chiesto aiuto.

Dice di essere stata aggredita da un uomo che l'ha colpita violentemente e numerose volte con una mazza da baseball.

Pubblico queste fotografie su richiesta di Claudia.

Le guardi, presidente.

Non crede che questo sia a tutti gli effetti un atto di efferata e folle violenza che in qualsiasi altra situazione sarebbe giustamente qualificato come tentato femminicidio? Mi rivolgo a lei da donna a donna. Come un uomo può arrivare a tanto?

Claudia ha accusato quest'uomo e lo ha identificato essere un poliziotto. Così Claudia mi riferisce. Queste fotografie parlano chiaro. Se Claudia avesse identificato un immigrato, o uno straniero o comunque una persona normale, questa sarebbe già stata arrestata.

Ma, al di là di questo, io vorrei chiedere a quest'uomo: "Come hai potuto fare questo? Come hai potuto arrivare a tanto? E, se risulterà vero quel che Claudia dice, come potrai portare ancora quella divisa, simbolo di tutela e protezione e garanzia di tutti i cittadini? Non ti vergogni?".

Questo, cara presidente, gli chiederei, e a Lei chiedo di continuare ad essere quello che è: sensibile e attiva contro ogni violenza da chiunque commessa, contro le donne e contro gli ultimi che, come Lei ben sa, per ragioni personali mi stanno particolarmente a cuore

Sua,

Ilaria Cucchi

Oggi Ilaria Cucchi è tornata a parlare del caso della signora Ursini polemizzando con Salvini, generalmente sempre molto partecipe quando i responsabili di una violenza sono degli immigrati.

Caro SalviniQuesta donna è stata ridotta in fin di vita in un agguato vigliacco.È stata colpita ripetutamente alla...

Posted by Ilaria Cucchi on Giovedì 15 ottobre 2015

Foto: tratta dal profilo Facebook di Ilaria Cucchi.

  • shares
  • Mail