Bergamo: picchia neonato per fargli prendere il biberon, padre condannato

picchia Neonato bergamo

Prendeva a schiaffi e scuoteva con forza il figlioletto di appena cinque mesi perché il bimbo non prendeva il biberon. Accade nel bergamasco dove un uomo di 40 anni, rinviato a giudizio per questi fatti, ha patteggiato una condanna di 2 anni e 6 mesi agli arresti domiciliari.

Nei mesi scorsi il piccolo era stato ricoverato al Policlinico di Ponte San Pietro con ecchimosi a un occhio e in altre parti del corpo. Al personale sanitario i genitori avevano provato a giustificare quei segni dicendo che il bambino era caduto, ma le lesioni non sembravano affatto compatibili con una caduta.

Allertati i carabinieri, questi avevano perciò installato di nascosto delle telecamere nella camera del bambino scoprendo che il padre era solito scuotere con violenza il piccolo, prendendolo anche a ceffoni per fargli bere il latte dal biberon.

Secondo gli accertamenti medici il bambino non ha riportato danni permanenti. L'uomo, di professione operaio, dopo gli accertamenti era finito agli arresti e quindi indirizzato verso un percorso di recupero in un centro specializzato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail