Pordenone, duplice omicidio di madre e figlia: arrestato socio in affari

doppio  omicidio Pordenone

Aggiornamento 14 ottobre 2015 ore 9.42 - L'uomo fermato per il duplice omicidio di Pordenone è consuocero della donna uccisa insieme alla figlia. Yongxin Wu era socio in affari delle vittime, con le quali gestiva un bar. Le donne sono state colpite più volte al collo con un'accetta per un movente che sarebbe di carattere economico. Secondo le prime ricostruzioni dietro il duplice omicidio c'erano dissidi legati all'attività economica, La Stampa fornisce un'altra versione dei fatti: "Da quanto si è appreso l’omicida (...) sollecitava la famiglia del genero a saldare delle pendenze legate alla dote. Yongxin Wu, 58 anni, da tempo chiedeva alla figlia e al proprio compagno di unirsi in matrimonio, per legalizzare un rapporto che proseguiva dal 2010 e che ha generato due bimbi ancora in tenerissima età".

Pordenone: madre e figlia uccise in casa con un'accetta

13 ottobre 2015

Duplice omicidio a Pordenone dove madre e figlia sono state uccise ieri nel loro appartamento in centro città, in un edificio di viale Marconi 19. Le vittime di 46 e 22 anni, entrambe di nazionalità cinese, sono state ferite a morte al collo.

I colpi secondo gli investigatori sarebbero stati sferrati probabilmente con un'accetta. A dare l'allarme è stato un passante che avevo visto due persone urlare sotto la stabile. In breve sul posto sono arrivati polizia e carabinieri che hanno trovato e poi arrestato Yongxin Wu, 57 anni, consuocero e connazionale della 46enne assassinata.

L'uomo era nelle vicinanze del palazzo in cui si è consumato il delitto. Le forze dell'ordine hanno dovuto dividerlo da un altro uomo con cui si stava azzuffando, accorgendosi così che aveva le mani e i vestiti sporchi di sangue.

Saliti al primo piano dello stabile agenti e militari dell'Arma si sono trovati davanti a un lago di sangue: i cadaveri di madre e figlia giacevano il primo a terra, il secondo riverso su una sedia. I due uomini fermati sono stati portati presso la questura di Pordenone dove il presunto assassino avrebbe poi ammesso le sue responsabilità.

L'altro uomo fermato, pure di nazionalità cinese, invece sembra avesse cercato di bloccare l'assassino. Dietro il duplice omicidio ci sarebbero questioni economiche, ma sul movente gli accertamenti proseguono. Le due donne uccise gestivano un bar della zona.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail