New York, spari a Manhattan: morta una 24enne, due ferite

Sparatoria Manhattan

Un'altra brutta storia con protagonista folli in possesso di armi da fuoco arriva dagli Stati Uniti, dove il problema delle sparatorie sta diventando sempre più pressante. La scorsa notte a New York ce n'è stata un'altra, a Manhattan, nel cuore della City, per la precisione sulla Fifth Avenue, all'esterno del locale Motivo: un uomo armato ha sparato e poi è fuggito via a bordo di una BMW scura. Una ragazza di 24 anni è stata colpita alla schiena, una venticinquenne è stata colpita all'anca e al piede e una trentenne alla spalla. Le tre ragazze sono state al Bellevue Hospital e poco dopo l'arrivo la più giovane è morta.

L'assassino non è ancora stato identificato: indossava una felpa con un cappuccio rossa e nera e sembrava avere una ventina d'anni. Prima degli spari era stato visto nel locale, Motivo, e ha avuto una discussione, forse con i buttafuori. Le ragazze colpite, però, non c'entravano nulla. Secondo i poliziotti, infatti, si trovavano semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato, non erano delle dipendenti del locale e dunque quasi certamente non è con loro che l'aggressore aveva litigato. La sfortuna però ha voluto che si trovassero proprio sulla traiettoria dei proiettili esplosi dal folle. In tutto l'uomo ha sparato cinque colpi.

Foto © Google Street View

  • shares
  • Mail