Spaccio di droga davanti alle scuole: 12 arresti tra Caserta e Napoli

spaccio droga davanti scuole

Spacciavano droga davanti alle scuole di Napoli e Caserta e tra gli acquirenti c'erano anche dei minori. Sono 12 gli arresti eseguiti stamattina dai carabinieri della compagnia di Santa Maria Capua Vetere in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di altrettanti indagati.

Solo uno di essi è finito in carcere, per gli altri 11 il gip del tribunale di Napoli ha disposto la misura degli arresti domiciliari. Le accuse a carico degli indagati, nell'inchiesta coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia partenopea, sono di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell'Arma avrebbero documentato gli episodi di spaccio nei confronti di minori nelle vicinanze degli di istituti scolastici.

Tra gli arrestati, residenti nelle province di Caserta e Napoli, secondo PupiaTv ci sarebbero alcuni parenti del presunto boss Antonio Bifone a capo dell'omonimo clan attivo tra Portico di Caserta e Macerata Campania. Già a febbraio scorso venti persone ritenute affiliate all'organizzazione di camorra erano finite in manette nelle province di Caserta, Napoli, Avellino, Frosinone, Alessandria, Perugia e Pordenone.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail