USA, pena di morte: prima donna giustiziata in 70 anni


Per la prima volta in 70 anni il boia di Stato giustizia una donna negli USA. È accaduto in Georgia e a nulla è valsa la richiesta di grazia avanzata anche da Papa Francesco. Il Pontefice, con una lettera scritta dal nunzio Carlo Maria Viganò, aveva cercato di fare breccia nella commissione statale che si occupa di esaminare le domande di grazia.

A essere uccisa con un'iniezione letale di Kelly Renne Gissendaner, 47 anni. La donna era stata giudicata colpevole di aver progettato l'omicidio del marito, compiuto materialmente dal suo amante Gregory Owen nel 1997. L'uomo è stata condannato all'ergastolo ma nel 2022 potrebbe uscire in libertà condizionata.

La donna condannata alla pena capitale è stata dichiarata morta alle 00:21 ora locale, le 6:31 di stamattina Italia. L'esecuzione era già stata ritardata, la Corte suprema Usa - che ha reintrodotto la pena capitale nel 1976, aveva respinto per ben tre volte il ricorso dei legali della Gissendaner.

La pena di morte è stata eseguita nel carcere della Jackson County. Le esecuzioni di donne negli Stati Uniti sono rare, da metà anni Settanta ne sono state giustiziate solo 15 contro 1.400 uomini.

donna giustiziata in usa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail