Milano, tangenti in Comune: quattro arresti

In manette sono finiti un ex dirigente del Comune di Milano, due dipendenti comunali del settore manutenzione e un imprenditore del settore edile.

Due dipendenti, un ex dirigente del Comune di Milano e un imprenditore sono finiti in manette su ordine del pm Luca Poniz: si tratta di un ex dirigente del Comune di Milano, due dipendenti comunali del settore manutenzione, e un imprenditore del settore edile.

I reati contestati sono di associazione a delinquere e corruzione e sarebbero stati commessi tra il 2005 e il 2012, dunque sia sotto la giunta Moratti che quella Pisapia. Il nome più noto tra gli arrestati è quello di Mario Luigi Grillone, "nella sua qualità di ex dirigente del Comune e nell'attuale ruolo di procacciatore di contatti e affari per aziende private nonché di socio occulto della società Professione edilizia srl", così si legge nelle carte.

Gli altri arrestati sono Marco Volpi, il titolare della società, e Giuseppe Amoroso e Angelo Russo, dipendenti del settore manutenzione del Comune che sono considerati dall'accusa soci occulti della Professione edilizia srl. Ai due dipendenti è contestato anche il reato di truffa per ragioni legati a numerosi episodi di assenteismo.

Nel centro delle inchieste ci sono, al solito, numerosi appalti, che riguardano la ristrutturazione delle case Aler e in alcune scuole milanesi. Tra imprenditori e dipendenti del Comune di Milano, il numero totale degli indagati sale a 12.

  • shares
  • Mail