Viterbo, molesta coppia: ucciso a pugni

ucciso-viterbo.jpg
È stato fermato dai Carabinieri il presunto assassino di Federico Venzi, il 43enne romano, residente a Caprarola, ucciso nella notte tra sabato e domenica a Viterbo.

Questa la ricostruzione degli inquirenti sui fatti accaduti a via Giuseppe Saragat: Federico Venzi, probabilmente in stato di ubriachezza, avrebbe iniziato a molestare una coppia di ragazzi. Per difendere la ragazza dalle molestie, il fidanzato avrebbe così aggredito fisicamente Venzi.

L'uomo ha subito un vero e proprio pestaggio: i pugni ricevuti l'hanno fatto cadere a terra ma la furia dell'aggressore è continuata, con colpi al collo che gli avrebbero reciso la trachea.

Attorno alle 4.30 di notte alcuni passanti, allertati anche da un amico dell'uomo aggredito che era con lui, hanno chiamato l'ambulanza. Venzi è morto in ospedale attorno alle 6 di mattina.

Le rapide indagini dei Carabinieri hanno permesso di rintracciare il responsabile dell'aggressione, un 23enne con piccoli precedenti. Il ragazzo, colto di sopresa dalla visita delle forze dell'ordine a casa sua, ha provato a nascondere le macchie di sangue mettendosi le mani in tasca.

In casema il ragazzo ha ammesso tutto ed è stato arrestato per omicidio volontario, mentre la fidanzata dovrà rispondere di favoreggiamento.

  • shares
  • Mail