Agrigento: banda del buco, tra gli arrestati un direttore di banca

banda del buco

Un direttore di banca era il presunto basista della "banda del buco" attiva nell'agrigentino sgominata dai carabinieri di Sciaccia oggi. In manette sono finite dodici persone o accusate a vario titolo di rapina, sequestro di persona, associazione a delinquere, furti di autovetture e ricettazione di arma da fuoco.

Gli arrestati sarebbero responsabili di tutta una serie di rapine messe a segno nella Valle del Belice, il direttore di banca era a capo della filiale di un istituto di Santa Margherita Belice. Le porte del carcere si sono spalancate anche per Vito Leale, 53 anni, ritenuto membro di una storica banda del buco che deve rispondere con gli altri indagati di cinque rapine e tentate rapine commesse a Santa Margherita di Belice, Sambuca di Sicilia e Menfi.

I basisti della banda erano quattro: il direttore di filiale, un barbiere, un pensionato e un pastore. Il direttore sempre secondo le indagini forniva preziose informazioni sulla disposizione e sulle modalità di lavoro delle filiali in cui aveva prestato servizio.

L'elenco delle rapine contestate alla banda partono dal colpo dell'1 giugno del 2012 alla Intesa San Paolo di Santa Margherita Belice, bottino 100 mila euro; la tentata rapina del 16 luglio 2012 al Banco di Credito Cooperativo di Sambuca di Sicilia, a Menfi; la rapina dell'8 agosto 2012 al Banco di Credito Cooperativo di Sambuca di Sicilia, da 112 mila euro, e due tentate rapine tra settembre 2012 e novembre 2013 alla Intesa San Paolo di Sambuca e Santa Margherita Belice.

I ladri agivano con rapidità dopo essere stati informati sulla disposizione dei locali degli istituti, individuando così la parete sulla quale praticare un foro d'accesso. durante una perquisizione sono saltate fuori anche le chiavi di accesso originali a una delle banche svaligiate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail