Lamezia Terme: ragazza disabile violentata dal compagno della madre

disabile violentata da compagno madre lamezia terme

A Lamezia Terme (Catanzaro) una giovane disabile era costretta a subire continui abusi e violenze, anche di tipo sessuale, da parte del compagno della madre, S.E.G., di 62 anni. La coppia è stata arrestata dai carabinieri con le accuse di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale aggravata.

Secondo le indagini, compiute nella massima discrezione a tutela della vittima, la ragazza subiva ogni giorno insulti e offese sia da parte della madre che del convivente di questa ultima, entrambi erano convinti che la giovane non avrebbe mai parlato denunciando i loro abusi.

In una intercettazione si sente la giovane che dopo l'ennesimo episodio di violenza urla: "non ce la faccio più". La vittima, sempre secondo gli accertamenti investigativi, veniva puntualmente sottoposta ad abusi sessuali dal compagno della madre, la donna, R.E., di 55 anni, era pienamente consapevole delle violenze ma non faceva nulla per fermarle.

Ulteriori abusi sono oggetto di ulteriori approfondimenti. I due presunti aguzzini sono stati arrestati su ordine del gip di Lamezia e si trovano adesso reclusi nella carceri di Castrovillari (CS) e Vibo Valentia.

  • shares
  • Mail