Palermo, lite per soldi: Giuseppe Di Stefano uccide Alessandro Valenti e si toglie la vita

omicidio-suicidio-a-palermo.jpg

Omicidio-suicidio nella tarda mattinata di oggi in via del Parlamento a Palermo, dove poco dopo mezzogiorno Giuseppe Di Stefano, proprietario di un immobile in fase di ristrutturazione, ha aperto il fuoco contro l’operaio che aveva eseguito i lavori, Alessandro Valenti.

La ricostruzione è ancora da verificare, ma stando a quanto emerso fin dai primi istanti, sembra che i due abbiano discusso violentemente in strada sul prezzo dei lavori effettuati. Di Stefano sarebbe salito a casa per prendere una pistola e sarebbe sceso pochi istanti dopo aprendo il fuoco contro Valenti, raggiunto da due colpi e deceduto in pochi istanti.

Subito dopo l’uomo ha rivolto l’arma contro se stesso e si è tolto la vita. Illeso il figlio 20enne di Valenti, presente in via del Parlamento al momento della tragedia e riuscito a fuggire dopo i primi colpi esplosi.

  • shares
  • Mail