Palermo: metronotte muore d'infarto per sventare un furto

metronotte palermo

Un metronotte è morto a Palermo nel tentativo di sventare un furto. Il decesso, con ogni probabilità, sarebbe stato causato da un infarto. La tragedia è avvenuta ieri sera dopo un colpo tentato nel deposito di un supermercato di via Pietratagliata. Secondo una prima ricostruzione dei fatti il metronotte stava inseguendo alcune donne che avevano cercato di rubare della merce quando si è sentito male e si è accasciato a terra.

Dopo l’allarme dato dagli impiegati del supermercato sul posto sono giunti i soccorsi, invano, e polizia che ha avviato le indagini. Per Michele Pecorella, di 53 anni, non c'è stato nulla da fare, l'uomo non si è più alzato da terra.

I sindacati si categoria denunciano:

"Ci auguriamo che questo sia l'ultimo episodio con tragiche conseguenze. Come già denunciato nei giorni scorsi sull'affidamento di appalti di servizi che spettano a guardie giurate e che invece vengono attribuiti come servizi fiduciari in dispregio alle norme, emerge come non ci siano controlli su questa tipologia di attività. Questo è un fenomeno che il sindacato ha più volte denunciato e riguarda spesso l'affidamento di certi servizi considerati sensibili a società che invece svolgono attività di portierato e antitaccheggio e che camuffano così la reale attività svolta"

commenta Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail