Mogadiscio: contro gli stupri corsi di Taekwondo gratis per le donne - Video

Il taekwondo, arte marziale coreana e sport da combattimento, contro gli stupri. A Mogadiscio, capitale della Somalia, un centro insegna a praticare il taekwondo, offrendo lezioni gratuite alle donne per la loro difesa personale.

Le lezioni di taekwondo per l’autodifesa della donne sono partite a giugno 2014. L’Onu stima che ogni anno ci siano ben 1.500 casi di violenza sessuale a Mogadiscio, 1/3 della donne stuprate sono minorenni. Hodan, 18 anni, vive con la sua famiglia nella capitale e una volta a settimana va nel centro di arti marziali per imparare il taekwondo.

"Ho cominciato a seguire i corsi di taekwondo l'anno scorso, ricorda, a causa degli stupri sempre più numerosi in città. Voglio impararlo per difendermi da attacchi e violenze sessuali"

L'istruttore Ahmed Mohamed spiega:

"Attualmente insegno a una decina di ragazze. Mi concentro sulle tecniche di difesa dedicate specificatamente alla difesa contro gli stupri".

In un contesto affatto estraneo ai matrimoni forzati e alle mutilazioni di genitali femminili, le violenze sessuali sulle donne in Somalia spesso non vengono neanche denunciate perché le donne che vanno dalle autorità poi vengono stigmatizzate dalla società e dalla famiglia perché ritenute adultere, a volte sono addirittura incriminate come adescatrici.

Il taekwondo può aiutare a prendere coraggio ma difficilmente, senza un deciso intervento delle autorità, funzionerà da deterrente o sarò efficace contro gli abusi sessuali sulle donne in una delle città più pericolose al mondo per il genere femminile.

taekwondo contro stupri somalia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail