Denise Pipitone, ultime notizie. Oggi è il suo compleanno: corteo e concerto a Mazara del Vallo

26 ottobre 2015 - Oggi è il compleanno di Denise Pipitone. La ragazzina scomparsa nel 2014 compie 15 anni. Per tenere alta l'attenzione sul caso, il comune di Mazara del Vallo sostiene una seria di iniziative in programma per oggi pomeriggio: un corteo e un piccolo concerto che vedrà protagonisti la Vocal Academy e Silvia Mezzanotte (in via volontaria e gratuita).

Così il sindaco del comune siciliano, Nicolò Cristaldi, spiega l'evento.

La piccola Denise Pipitone, strappata all’affetto dei suoi cari il primo settembre 2004, compie oggi 15 anni. L’amministrazione comunale sostiene l’iniziativa “Aspettando Denise: un compleanno senza verità e senza giustizia”, organizzata dalla sezione mazarese dell’U.n.a.c., Unione Italiana Arma dei Carabinieri e dalla famiglia di Denise, in occasione del quindicesimo compleanno della piccola, auspicando una massiccia partecipazione della cittadinanza per esprimere ancora una volta solidarietà e sostegno al papà ed alla mamma di Denise e ribadire il messaggio di speranza che, nonostante lo sconforto e le delusioni di questi anni, non ha mai abbandonato Piera Maggio e tutta la comunità mazarese.

Parteciperanno all’evento anche la Vocal Academy e Silvia Mezzanotte, che in maniera del tutto volontaria e gratuita hanno deciso di veicolare il messaggio di speranza attraverso l’esecuzione di alcuni brani musicali.

Il programma prevede: alle ore 16,30 raduno in piazza della Repubblica; alle ore 17 è prevista la partenza del corteo che si snoderà nel percorso: via San Giuseppe, corso Umberto, corso Vittorio Veneto, via Madonna del Paradiso, via Beato Padre Cusmano, piazza Macello.

Nella piazza ove lo scorso anno è stata collocata dall’amministrazione la “Stele per Denise”, il corteo sosterà brevemente per assistere al lancio di palloncini da una scultura a forma di torta realizzata da artisti locali. Quindi raggiungerà la vicina via Mario Rossi dove sul palco collocato dall’amministrazione comunale sono previsti gli interventi, tra gli altri, di Piera Maggio e dell’avvocato Giacomo Frazzitta, la proiezione di un video e le esibizioni dei giovani cantanti della Vocal Academy e di Silvia Mezzanotte. La conclusione della manifestazione è prevista per le ore 20.

15 ottobre 2015 - È arrivato il risultato del test del Dna effettuato su un campione di saliva prelevato alla bambina residente nel Potentino che aveva fatto uno scherzo a Piera Maggio scrivendole via Facebook di essere Denise: come ci si aspettava (a causa dell'età della ragazzina, più piccola di Denise) il Dna è incompatibile con quello della piccola Pipitone scomparsa.

Prelievo del Dna alla ragazzina che ha scritto a Piera Maggio


Lunedì 12 ottobre 2015

17:27 - In queste ore si è diffusa la notizia che è stato effettuato il prelievo di un campione di saliva della ragazzina che ha scritto il messaggio a Piera Maggio lo scorso agosto dicendo di essere Denise e che ha poi ritrattato affermando che si era trattato solo di uno scherzo. Presto dunque si conosceranno i risultati del test del Dna che viene effettuato perché, come ha spiegato l'avvocato di Piera Maggio, Giacomo Fratizza, si tratta di un protocollo ordinario visto che ci sono degli elementi riconducibili al fascicolo dell'inchiesta. Infatti, il nome del padre della ragazzina, che ha circa 11 anni (Denise, invece, se è ancora viva ha 15 anni), è lo stesso di una famiglia di nomadi che era stata coinvolta nell'indagine poco dopo la scomparsa della piccola Pipitone. La ragazzina che si era spacciata per Denise vive attualmente a Tito, in provincia di Potenza, in passato è stata anche in un'altra città della Basilicata, regione in cui è arrivata dalla Calabria insieme con la madre di cui porta il cognome. Il padre, infatti, non l'ha riconosciuta. La madre non si è opposta in alcun modo al prelievo del campione di saliva per il test del Dna su sua figlia.

12 ottobre 2015 - Un uomo ha telefonato alla redazione del Tgr Basilicata per confermare che la ragazzina che ha scritto via Facebook a Piera Maggio dicendo di essere Denise Pipitone per poi ritrattare è in realtà proprio la piccola scomparsa nel 2014. Secondo il testimone, che non ha voluto rilasciare le proprie generalità ma che ai redattori del telegiornale Rai regionale è sembrata una persona adulta e istruita, la ragazza vive in un centro del Potentino con una famiglia che è arrivata in zona da qualche anno.

Messaggio su Facebook e Piera Maggio


8 ottobre 2015

- Nel corso della puntata di ieri di Chi l'ha visto (qui la nostra cronaca in diretta) è intervenuta Piera Maggio, madre di Denise Pipitone. La donna ha raccontato di aver ricevuto un messaggio su Facebook: "Sono Denise, mamma".

Questo messaggio è stato scritto ad agosto da una ragazzina, che ha un cognome rom. L'ipotesi più probabile è quella di uno scherzo. La madre di Denise ha detto: "Non voglio illudermi ma abbiamo già segnalato questo commento alla procura". La redazione del programma ha contattato la ragazzina che ha smentito di aver scritto quel messaggio e ha detto di non sapere chi fosse Denise Pipitone.

2 ottobre 2015 - Assoluzione anche in appello per Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise Pipitone a processo con l’accusa di sequestro di persona in relazione alla scomparsa della bimba di cui si è persa ogni traccia il 1° settembre 2004.

La giovane, già assolta in primo grado, si è vista confermare oggi quella sentenza dai giudici della terza sezione d’appello di Palermo, presieduta da Raimondo Lo Forti. La Procura generale aveva chiesto una condanna a 15 anni di carcere, sostenendo la presenza di una serie di indizi che confermerebbero il ruolo ricoperto da Pulizzi nel presunto sequestro della bimba:

Una serie di indizi ci inducono a ritenere che Jessica sia stata l'autrice del sequestro. É colpevole senza alcun dubbio. Gli indizi sono chiari, univoci e convergenti. Il fatto che in questi anni Denise non sia stata trovata e che non sono stati individuati i complici a cui successivamente è stata consegnata la bambina non significa che Jessica, che non può avere agito da sola, sia innocente.

Parole, queste, pronunciate dal Pg Rosalba Scaduto nella sua requisitoria. Stamattina, però, i giudici hanno deciso di confermare la sentenza di primo grado e assolvere la giovane, minorenne all’epoca della sparizione di Denise.

Immediato e duro il commento di Piera Maggio, madre di Denise, presente in aula durante la lettura del dispositivo:

Non c'è giustizia, e oggi ne abbiamo avuto la conferma. Non c'è giustizia, io continuerò a cercare mia figlia.

Denise Pipitone, 1 settembre 2015: 11 anni dalla scomparsa. La lettera della madre

Erano circa le 11.50 di mattina del 1° settembre 2004 quando a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, si persero le tracce della piccola Denise Pipitone, di 4 anni. Oggi la storia di Denise è ancora avvolta nel mistero, sono passati 11 anni e si cercano ancora informazioni sul destino della bambina. In occasione della triste ricorrenza, la madre di Denise, Piera Maggio, ha scritto una lettera sul blog dedicato alle ricerche. Nella gallery in alto il testo integrale della lettera.

  • shares
  • Mail