Lousiana, lite familiare degenera: muoiono una donna e un poliziotto

Sunset, Lousiana, Usa

Nella giornata della tragica e assurda sparatoria in cui hanno perso la vita due giornalisti in diretta tv, l'America deve fare il conto anche con un'altra storia di violenza, anche in questo caso sono due le persone che hanno perso la vita. È accaduto a Sunset, un piccolo paesino di circa 3000 abitanti in Lousiana. Un agente ha risposto ad una chiamata nella quale si denunciava l'accoltellamento di una donna nel corso di una lite familiare. L'ufficiale si è recato sul posto ed è stato colpito con un'arma da fuoco, il sospettato è poi fuggito in macchina. Dopo un po' però la sua corsa è terminata in un piccolo market dove si è schiantato con la sua auto. L'uomo si è poi barricato all'interno del negozio, tre persone sono riuscite a fuggire.

La polizia è intervenuta ed è riuscita a catturarlo con un blitz, l'uomo non riportava ferite se non una leggera irritazione agli occhi causata dai gas lacrimogeni. La persona arrestata è un 35enne del posto di nome Harrison Lee Wiley Jr. Prima di fuggire aveva accoltellato tre donne in casa, una di queste è morta per le ferite riportate, aveva 41 anni, una 34enne è ricoverata in gravi condizioni sempre per ferite da arma da taglio, entrambe erano le sorelle del sindaco del paese vicino Gran Coteau. Meno grave un'altra donna, moglie dell'uomo arrestato in seguito, ricoverata in condizioni stabili. Ha perso la vita anche l'agente che aveva risposto alla chiamata, è stato identificato come Henry Nelson, 51 anni, lo ha reso noto lo sceriffo del dipartimento di polizia di St. Landry Bobby Guidroz.

  • shares
  • Mail