"Volevo uccidere perchè insoddifatto": 50enne di Villa di Serio accoltella due anziani

Uccidere perchè insoddisfatto bergamoo


Avrebbe prima provato a suicidarsi, senza riuscirci, quindi ha dirottato la sua inquietudine verso altre persone, perfetti sconosciuti.

“Sono insoddisfatto e ho deciso di uccidere qualcuno” avrebbe ammesso Vincenzo Lanni, 50 anni, fermato nella serata di venerdì nel bergamasco con l’accusa di aver accoltellato Antonio Castelletti, 82 anni di Villa di Serio, e Luigi Novelli, 80 anni di Alzano Lombardo.

Tutt’e due gli anziani non sono in pericolo di vita. Lanni ha detto ai carabinieri di aver tentato prima di strangolare una donna e poi di aver scelto gli anziani perché sono “più facili da colpire” secondo quel che riporta L’Eco di Bergamo.

L’uomo, di Villa di Serio, disoccupato, avrebbe fatto tutta una serie di investimenti sbagliati:

“sono insoddisfatto della vita e volevo ammazzarmi: ma sono un vigliacco”.

Lanni inizialmente, sempre secondo il suo racconto, si era attrezzato di un filo di nylon con cui voleva strangolare una donna:

“Venerdì sono stato tutto il giorno a Bergamo, in Città Alta, vicino alla Rocca: tenevo sotto controllo le donne che passavano. Ne cercavo una da uccidere. A un certo punto stavo per agire, ma la donna che avevo scelto è stata avvicinata da un corridore e quindi ho rinunciato”.

Poi ha cambiato obiettivo.

"Gli anziani sono più facili da colpire perché più indifesi"

Così in una giornata ha aggredito prima l'82enne, verso le 7 del mattino e poi nel tardo pomeriggio, nella zona della biblioteca di Alzano, ha colpito di nuovo accoltellando l’altro anziano.

Proprio le telecamere dell’area vicino al parco Montecchio di Alzano avrebbero incastrato l’uomo, ripreso mentre si allontanava subito dopo l’aggressione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail