Cagliari: 13enne sequestrata e abusata, arrestati tre minori

violenza su minorenne monastir cagliari

Avrebbero rapinato, sequestrato e violentato una 13enne. I carabinieri di Monastir, in provincia di Cagliari, hanno eseguito tre ordinanze du custodia cautelare emesse dalla locale procura dei minori arrestando un 16enne e un 17enne del paese e altro 16enne di Cagliari con l’accusa di estorsione, rapina, furto aggravato e atti sessuali ai danni di una minore di quattordici anni. Il 16enne cagliaritano era già ospite presso un istituto di pena minorile per altri reati, gli altri due coetanei lo hanno raggiunto oggi.

I fatti. Il 31 maggio scorso durante un giro di pattuglia si carabinieri si accorsero che su una auto parcheggiata per le vie di Monastir c'era una ragazzina che cercava di attirare la loro attenzione. I militari si sono fermati trovando la 13enne in evidente stato di agitazione, insieme con uno dei tre minorenni arrestati.

La ragazzina è stata quindi riportata dai genitori dai carabinieri, che in seguito ad alcune dichiarazioni dell'adolescente hanno avviato le indagini. La vittima, secondo quanto ricostruito, quella sera era a Cagliari, vicino al porto turistico, quando è stata avvicinata dai tre minorenni arrestati, che erano suoi conoscenti.

Quest'ultimi hanno tolto di mano alla ragazza il cellulare per poi gettarlo in mare. Poi i tre, sotto minaccia, l’hanno costretta a seguirli a casa di uno di loro a Monastir. Nell'appartamento era stata presente anche la madre del minore a cui la ragazzina avrebbe chiesto aiuto per poter tornare a casa senza essere ascoltata. La donna se l'è cavata cin una denuncia per omissione di soccorso.

La 13enne è stata quindi obbligata ad avere rapporti sessuali con minore, secondo quanto riporta l'agenzia AdnKronos, lo stesso con cui è stata trovata in strada nell’auto della madre del ragazzo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail