Monteprandone (Ascoli): 56enne si suicida lanciandosi dalla finestra dopo lite in famiglia

Suicidio monteprandone ascoli

Un disoccupato di 56 anni, con gravi problemi di depressione, si è suicidato oggi lanciandosi dalla finestra di casa sua nella frazione Centobuchi di Monteprandone, nella provincia di Ascoli Piceno.

L'uomo, originario di Napoli, era un operaio da tempo rimasto però senza lavoro. Secondo la ricostruzione dei fatti degli investigatori dell'Arma dopo l'ultima lite in famiglia l'uomo ha deciso di farla finita.

Il suicida lascia la moglie e i due figli maschi, di 28 e 25 anni, con cui, secondo le testimonianze raccolte, discussioni e litigi erano all'ordine del giorno. L'ennesima lite sarebbe avvenuta all'alba di oggi quando l'uomo avrebbe discusso con il figlio 25enne per le chiavi dell'auto.

Nel bel mezzo dell'acceso alterco la tragedia: l'uomo all'improvviso avrebbe aperto la finestra gettandosi nel vuoto, senza che i familiari avessero il tempo di intervenire, facendo un volo di otto metri che non gli ha lasciato scampo.

Immediato per quanto inutile l'allarme dato al 118 da parte dei congiunti del 56enne. Sul posto sono poi giunti i carabinieri di Ascoli che hanno già chiarito di non aver riscontrato profili di responsabilità di altre persone nell'estremo gesto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail