Stato di emergenza a Ferguson. Poliziotto uccide 15enne afroamericano a Indianapolis

Un ragazzo di 18 anni ha sparato durante la manifestazione in ricordo di Michael Brown a Ferguson.

Aggiornamento ore 22:05 - Proprio il giorno dopo la manifestazione in ricordo di Michael Brown durante la quale il 18enne Tyrone Harris ha sparato (ora è accusato di aggressione) e i poliziotti hanno risposto al fuoco ferendolo gravemente, è successo un altro episodio molto simile a quello del ragazzo ricordato da tutti a Ferguson per essere stato ucciso da un poliziotto mentre era disarmato: a Indianapolis un agente ha ucciso une aguzzo afroamericano di 15 anni, Andrew Green, perché non si è fermato a uno stop e anzi ha accelerato per scappare a bordo di un'auto forse rubata. Il fatto è accaduto proprio la notte in cui a Ferguson andava in scena la manifestazione e dove ancora oggi c'è molta agitazione tanto che è stato dichiarato lo stato di emergenza.

Ferguson, spari alla manifestazione in ricordo di Michael Brown


Attimi di paura durante la manifestazione a Ferguson in ricordo di Michael Brown, il ragazzo di 18enne di colore che un anno, il 9 agosto 2014, fa è stato ucciso dall'agente Darren Wilson scatenando una serie di proteste contro la polizia.

Ieri sera, alle 23:15 locali, ci sono stati degli spari, la polizia ha detto che ci sono stati numerosi spari e ha postato anche le foto di un'auto danneggiata dai proiettili nel parabrezza e nella carrozzeria. Nella sparatoria è rimasto coinvolto un poliziotto e secondo le prime informazioni due manifestanti sono rimasti feriti. Già prima degli spari c'erano stati degli screzi tra i manifestanti e i poliziotti, erano stati lanciati degli oggetti contro gli agenti che erano stati anche pesantemente insultati.

Ieri alla commemorazione di Michael Brown hanno partecipato centinaria di persone. All'inizio ci sono stati quattro minuti e mezzo di totale silenzio per ricordare le quattro ore e mezza durante le quali il corpo del 18enne rimase per strada senza vita per permettere alla polizia di fare i suoi rilievi. È stato anche esposto un maiale morto con sopra scritto il nome del poliziotto Darren Wilson.

La sparatoria è avvenuta proprio verso la fine della manifestazione. Un giornalista dell'agenzia France Presse è certo di aver visto almeno uno dei manifestanti ferito, sanguinante, ma altri presenti sono sicuri di aver visto anche altri feriti. Gli spari sono avvenuti proprio vicino al luogo in cui Michael Brown è stato ucciso un anno fa.

La polizia della contea di St. Louis in cui si trova Ferguson, dopo aver dato la notizia degli spari attraverso il proprio account ufficiale su Twitter, ha anche invitato i presenti a evacuare l'are per evitare altri scontri.
Per ora non è stata chiarita la dinamica della sparatoria di stanotte, ma secondo la versione della polizia l'agente coinvolto avrebbe risposto al fuoco di alcuni manifestanti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail