Lecce, prima uccide l'ex moglie e poi tenta il suicidio

Le ha sparato addosso con una pistola. Adesso è grave in ospedale.

triffa-assicurazioni-messina.jpeg

Squinzano, provincia di Lecce e nord del Salento: un uomo di 45 anni, Sergio Pagano, ha ucciso a colpi di pistola l'ex moglie, Rita Paola Marzo, di 41 anni. Subito dopo ha tentato di togliersi la vita. Il tutto è avvenuto per le strade del paese, in via Crocifisso.

Secondo le prime ricostruzioni il fattaccio sarebbe avvenuto dopo una lite. I due avevano due figli minori ed erano separati ormai da mesi, una situazione che però l'uomo non era mai riuscito ad accettare.

Rita Paola Marzo si trovava da una cliente - faceva la parrucchiera a domicilio - e l'uomo avrebbe visto la macchina di lei parcheggiata. Quando si sono incontrati, ne è nata una discussione; finché Sergio Pagano non ha tirato fuori l'arma e la donna ha iniziato a gridare.

L'uomo ha sparato un solo colpo, colpendola alla testa. Poi ha sparato contro se stesso. Al momento si trova ricoverato in gravi condizioni al Vito Fazzi di Lecce.

  • shares
  • Mail