Agguato al capogruppo PD a Barletta, 3 arresti tra cui l'ex moglie: "è la mandante"

pasquale-ventura.jpg

Per il fallito agguato al capogruppo del Pd nel consiglio comunale di Barletta, Pasquale Ventura, di gennaio scorso, la polizia ha arrestato oggi tre persone tra cui l'ex moglie del politico.

La donna, secondo gli inquirenti, sarebbe la mandante dell'agguato. Gli altri due arrestati invece sarebbero un esecutore materiale e un fiancheggiatore.

L'agguato avvenne mentre Ventura usciva dal portone della casa di sua figlia, appena fuori si trovò davanti due persone in sella a una moto che spararono contro di lui alcuni colpi di pistola, senza centrare l'obiettivo.

La polizia risalì alla targa della moto attraverso il profilo Facebook di uno dei due arrestati stamattina. Il 19 marzo scorso per l'agguato era finite in carcere già due persone, alle prime luci del mattino di oggi il cerchio delle indagini si è chiuso con gli altri arresti.

Gli investigatori spiegarono subito che non si trattava di un agguato politico concentrandosi piuttosto sulla vita familiare di Ventura, definita “burrascosa”.

Secondo le indagini l'ex moglie di Pasquale Ventura, per una vendetta legata a questioni di eredità, avrebbe incaricato un intermediario di reclutare due persone in grado di compiere l'agguato ai danni del marito, dietro un compenso di 30.000 euro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail