Palermo: picchia il padre e minaccia di decapitarlo con una katana, arrestato

 picchia padre con katana palermo

Ha percosso il padre e non contento ha minacciato di ucciderlo con una katana, la tipica spada giapponese da samurai. Con questa accusa un uomo di 58 anni è stato arrestato a Palermo dai carabinieri.

L'anziano vittima delle violenza del figlio tra l'altro è cardiopatico. L'uomo ha riferito che da mesi era costretto a subire le minacce e le percosse del figlio, che ha problemi di depressione.

Secondo le testimonianze raccolte dai militari, il 58enne in un'occasione avrebbe colpito il genitore in faccia rompendogli la dentiera, un'altra volta gli ha lesionato una costola e un'altra ancora con la katana lo ha costretto a inginocchiarsi dicendogli che l'avrebbe decapitato, sfregandogli poi la spada sulla nuca e ferendolo a un orecchio.

I carabinieri hanno trovato la katana su un tavolino del terrazzo di casa, l'arma è stata sequestrata. Il figlio della vittima dopo le formalità di rito è stato tradotto nel carcere palermitano di Pagliarelli accusato di maltrattamenti in famiglia e detenzione illegale di arma bianca.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail