Operaio dell’antincendio scoperto ad appiccare il fuoco

L’operaio stagionale è stato arrestato con l’accusa di incendio boschivo e l’aggravante di essere in zona di riserva

tenta di dare fuoco ai genitori Catania

Stava appiccando le fiamme nella riserva di Vendicari, ma è stato arrestato in flagranza di reato con l’accusa di incendio boschivo e l’aggravante di essere in una zona di riserva. Giovanni Conforto, 47 anni, non era un piromane, ma un operaio stagionale della squadra antincendi boschivi ed è stato proprio dal Nucleo operativo provinciale del Corpo forestale di Siracusa che è partita l’operazione che ha permesso di sventare l’incendio.

Gli uomini del Corpo forestale di Siracusa, coordinati dal commissario superiore Angelo Rabbito, hanno effettuato il controllo di una squadra e il capoturno ha segnalato l’assenza di un operaio per motivi di famiglia.

In località Sichilli, alcuni agenti hanno notato un’automobile e un uomo chinato a terra, con in mano un accendino e pronto a dare alle fiamme il bosco.

Conforto – l’operaio che era mancato all’appello – si è accorto di essere stato scoperto e si è dato alla fuga in macchina, ma è stato bloccato dopo un inseguimento di quattro chilometri, conclusosi sulla strada provinciale Noto-Pachino. Secondo quanto riferito da Angelo Rabbito, comandante del Nucleo Provinciale del Corpo Forestale, l’uomo è stato trovato con l’accendino in tasca.

Anche il governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha commentato con una nota l’arresto dello stagionale della squadra antincendio:

Sono veramente esterrefatto e indignato di fronte all'episodio che ha determinato l'arresto dell'operaio stagionale della squadra antincendi boschivi, Giovanni Conforto, che è stato arrestato mentre appiccava le fiamme nella riserva di Vendicari. L'operaio va licenziato immediatamente, è infatti inammissibile che chi deve tutelare il nostro patrimonio boschivo, lo danneggi. E il licenziamento deve essere immediato, per fare comprendere che su queste cose non ci possono essere sconti per nessuno.

Via | Corriere del Mezzogiorno

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail