'Ndrangheta, Reggio Calabria: 10 arresti nella notte

20101111_carabinieri_controlli_vomero.jpg

La notte scorsa, i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno inferto un altro colpo alle cosche di di San Ferdinando (Reggio Calabria), nella Piana di Gioia Tauro. Qui sono attive le note 'ndrine dei Bellocco-Cimato e Pesce-Pantano. Le forze dell'ordine hanno eseguito dieci ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone.

Gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa, detenzione e porto di armi da fuoco (anche da guerra), vendita e cessione di sostanze stupefacenti, concorso in detenzione, danneggiamenti aggravati dalle modalità mafiose. Il tutto si è svolto nell'ambito dell'operazione "Eclissi 2", che rappresenta lo sviluppo della precedente "Eclissi". Quest'ultima ha gettato luce sugli interessi economici e criminali della 'ndrangheta a San Ferdinando, dove vennero arrestati anche il sindaco Domenico Madafferi e il vice sindaco, Santo Cieli.

Con l’operazione della scorsa notte, tra l'altro, è stata riconfermata la custodia cautelare in carcere nei confronti di un ex consigliere comunale, Giovanni Pantano, coinvolto nell’inchiesta "Eclissi 1" e nel frattempo scarcerato. Il suo primo arresto aveva fatto scattare le polemiche tra le fila del Movimento 5 Stelle, a cui lo stesso consigliere diceva di essere iscritto.

Ricordiamo che le 'ndrine Bellocco e Pesce sono sì attive nella Piana di Gioia Tauro, con varie attività imprenditoriali e commerciali, ma hanno contatti e ramificazioni in tutta Italia e all'estero. Nel corso degli anni sono stati acclarate relazioni con la criminalità greca, austriaca, libanese, tedesca e francese. In Italia, invece, i due clan malavitosi hanno svolto attività anche in Lombardia, Toscana, Liguria e Basilicata, ma anche in Sicilia, Molise e Puglia, Lazio, Emilia-Romagna e Veneto.

Visto i numerosi affiliati, entrambe le cosche non sono stato certe definitivamente decapitate con l'operazione della scorsa notte. Tuttavia, il colpo portato dai Carabinieri non avrà effetti trascurabili sulle loro capacità riorganizzative.

  • shares
  • Mail