Camorra: 60 arresti a Napoli

In manette sono finiti giovanissimi esponenti dei clan storici che operano tra Forcella e Maddalena.

polizialivorno

Una sessantina di persone sono finite in manette nelle prime ore di questa mattina, per l'operazione eseguita dalla polizia in seguito a un'ordinanza di custodia cautelare per associazione di tipo mafioso, omicidio, tentato omicidio, traffico di stupefacenti, armi ed altro.

L'operazione è coordinata dall'Antimafia e anche dalla procura del tribunale dei minorenni, dal momento che al centro delle indagini sono finiti giovanissimi appartenenti a famiglie storiche della camorra che operavano nel centro cittadino, soprattutto nell’area di Forcella e Maddalena.

Gli arrestati sono presunti appartenenti alle note famiglie camorristiche Giuliano-Sibillo-Brunetti-Amirante, ritenuti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, omicidio, di tentato omicidio, traffico di stupefacenti, detenzione porto abusivo di armi.

In merito a questo nuovo cartello Giuliano-Sibillo-Brunetti ed Amirante si parla della sua veloce ascesa, avvenuta dopo aver scalzata numerosi clan avversi e dopo aver monopolizzato la gestione delle attività illecite del centro di Napoli, gestendo in primis le piazze di spaccio e le attività estorsive nei confronti dei commercianti del centro storico.

  • shares
  • Mail