Torremaggiore (Foggia): anziana massacrata in casa per 300 euro

La donna è rimasta vittima di una rapina nella sua villetta, ora è ricoverata in gravi condizioni nella rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia.

rapina in casa torremaggiore foggia

Una brutale rapina in casa si è consumata la scorsa notte a Torremaggiore, in provincia di Foggia, dove una anziana donna è stata massacrata di botte da dei ladri che hanno poi portato via appena 300 euro.

La vittima, Emma Narciso, di 85 anni, verserebbe in condizioni molto serie: in un primo momento si era detto che fosse in fin di vita, poi i medici si sono mostrati più possibilisti in relazione a un suo lento miglioramento.

La donna è ora ricoverata nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia dove è stata portata d'urgenza dopo essere stata trovata in quelle condizioni da una figlia.

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto i rapinatori, due o tre persone almeno, dopo essersi introdotti verso le 22.30 nella villetta della signora a Torremaggiore hanno ripetutamente colpita al volto la donna lasciandola a terra, incosciente, in cucina.

I ladri sono quindi scappati con l'esiguo bottino di 300 euro in contanti. Gli inquirenti sperano di poter ascoltare al più presto l'anziana per sentire la sua versione dei fatti che potrebbe fornire elementi utili alle indagini. Perché usare tutta quella violenza su una indifesa 85enne?

La donna sarebbe stata colpita con la cornetta del citofono e con un attizzatoio per il camino su cui sono state rinvenute tracce ematiche. Nella zona di Torremaggiore in cui si è verificata la rapina in casa non ci sarebbero telecamere, gli investigatori non possono contare su immagini riprese da circuiti di video sorveglianza per risalire ai malviventi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail