Droga, nave con 12 tonnellate di hashish dirottata a Palermo

Arrestati i dieci membri dell’equipaggio della motonave Meryhem

Una motonave turca che trasportava 12 tonnellate di hashish è stata intercettata dalla Guardia di Finanza durante l’attraversamento del Canale di Sicilia e successivamente dirottata nel porto di Palermo, dove è giunta questa mattina.

L’imbarcazione Meryem era partita dal porto di Istanbul e ha terminato a Palermo il proprio viaggio, scortata da mezzi navali e aerei.

Le operazioni di abbordaggio in mare sono state condotte dagli uomini del comando operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Pratica di Mare, soltanto dopo un’attenta e prolungata osservazione a distanza delle attività della Meryem. Nell’operazione antidroga sono stati impiegati due pattugliatori, un guardacoste e un aereo Atr 42. Una volta che il cargo battente bandiera turca è approdato nel porto di Palermo, i militari della polizia tributaria sono intervenuti per le perquisizioni scoprendo nella stiva 400 colli di hashish, ciascuno con un peso di circa 30 chili. Ben 12 tonnellate di stupefacente sono state quindi sequestrate e i dieci membri dell’equipaggio sono stati arrestati.

La buona riuscita dell’operazione anti-droga è stata possibile grazie alla collaborazione di numerose forze di polizia dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo: accanto alla Guardia di Finanza italiana hanno lavorato la Direzione centrale per i servizi antidroga, i francesi Ce.Clad e Ocrtis e il supporto di Europol, della spagnola Guardia Civil, del portoghese Maoc, dell’agenzia antidroga egiziana e delle autorità turche e marocchine.

Dopo il sequestro le indagini continueranno per cercare di ricostruire le rotte percorse dai trafficanti e gli “hub” dai quali l’hashish viene smistato sul mercato internazionale.

operazione antidroga palermo

Via | Palermo Today

Foto | da video

  • shares
  • Mail