Varese, anziano uccide la moglie malata e si toglie la vita

La tragedia è avvenuta intorno alle 10.30 di oggi nella villetta della coppia a Venegono Inferiore.

omicidio nel varesotto

Tragedia familiare a Venegono Inferiore, in provincia di Varese, un omicidio-suicidio spinto da una malattia incurabile. E’ accaduto tutto in pochi istanti intorno alle 10.30 di oggi, quando un anziano di 81 anni ha ucciso a colpi di pistola la moglie, malata di Alzheimer, e si è tolto la vita nello stesso modo.

Ne dà conto oggi pomeriggio La Provincia di Varese. L’anziano, Pompeo Milone, ha preso la pistola calibro 7.65 regolarmente detenuta e ha aperto il fuoco contro la consorte, Maria Valente, di 82 anni, nel pianerottolo della villetta in cui vivevano.

I colpi di pistola hanno allertato un parente della coppia, residente al piano inferiore, ma al suo arrivo l’anziano aveva già provveduto a rivolgere l’arma contro se stesso e ad aprire il fuoco.

Inutili i tentativi di rianimazione dei sanitari del 118: l’uomo è stato dichiarato morto sul posto, mentre l’anziana moglie è deceduta poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Stando a quanto si è appreso non si sarebbe trattato di un delitto di impeto, ma di un gesto premeditato. Milone, anche lui malato, questa mattina si era recato in visita ad alcuni parenti ed aveva preannunciato loro grosse novità in arrivo, forse l’annuncio del folle gesto che avrebbe compiuto di lì a poco.

La coppia, lo scrive La Prealpina, viveva al piano superiore di una villetta insieme alla due nipoti di 26 anni e al genero, marito della figlia della coppia deceduta lo scorso stroncata da un tumore.

  • shares
  • Mail