Ariccia: madre e figlio si suicidano lanciandosi dal ponte monumentale

Madre e figlio si sono lanciati nel vuoto dal "ponte dei suicidi" sotto gli occhi degli agenti che non hanno fatto in tempo a raggiungerli. Si indaga sui motivi dell'estremo gesto.

Duplice suicidio Ariccia

Tragedia ad Ariccia, in provincia di Roma, dove una donne di 56 anni e il figlio di 34 si sono tolti la vita ieri sera lanciandosi dal ponte monumentale della città, già tristemente noto come "ponte dei suicidi".

Madre e figlio sono morti dopo aver fatto un volo di circa 50 metri. Sul posto vigili del fuoco e gli agenti del commissariato di Albano e Marino che ha avviato le indagini volte a chiarire i motivi dell'estremo gesto.

I corpi di madre e figlio adesso si trovano presso il Policlinico di Tor Vergata. I due erano arrivati ad Ariccia da Roma, dove abitavano nel quartiere Centocelle. Il marito della donna è un sottufficiale dell'aeronautica, la coppia ha un'altra figlia.

Sul fatto che si tratti di un gesto volontario non ci sono dubbi, madre e figlio hanno scelto quel punto del viadotto dove è facile scavalcare la griglia di metallo.

Un passante li ha visti e ha chiamato al volo la polizia di Albano che in un baleno è arrivata proprio mentre l'uomo e la donna stavano per lanciarsi dal ponte:

"Fermi, fermi!"

ma gli agenti non hanno fatto in tempo a raggiungerli. I due si sono lanciati dal ponte ma come riporta Il Messaggero, la rete orizzontale posta sotto il viadotto li ha fermati: madre e figlio a quel punto si sono rialzati in piedi e dopo aver camminato lungo la protezione si sono lanciati per la seconda volta giù, morendo sul colpo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail