Oxford, uccide tre persone e fugge: caccia all’uomo nel complesso universitario

Il giovane è in fuga dalle 21 di ieri sera, quando i corpi di tre suoi familiari, compreso quello di una bimba di 6 anni, sono stati scoperti in un'abitazione di Didcot.

Caccia all’uomo in corso ormai da ore ad Oxford, dopo la scoperta, nella serata di ieri, dei corpi senza vita di tre persone in un’abitazione di Didcot, a circa una ventina di chilometri a sud della famosa città universitaria inglese.

Il sospetto è già stato identificato e le sue immagini stanno inondando i media britannici: si tratta del 21enne, Jed Allen, ex giardiniere presso l’Università di Oxford. Ed è proprio lì, nel grande parco adiacente alla struttura universitaria, che si stanno concentrando le ricerche delle forze dell’ordine.

Da ieri sera, dopo un avvistamento, i militari stanno passando al setaccio l’intera campus dopo aver inibito l’accesso ai visitatori. Il sospetto è che il giovane abbia trovato rifugio lì, ma non si esclude nemmeno che possa esser già fuggito altrove.

Al momento le informazioni che arrivano dall’Inghilterra sono ancora frammentarie. L’identità delle tre vittime non è stata resa nota, così come non sono state comunicate le modalità dell’omicidio: sappiamo soltanto che i tre - un uomo di 44 anni, una donna di 48 anni e una bimba di appena 6 anni - sono stati uccisi nell’abitazione in cui risiedevano da circa 2 mesi e che il killer non avrebbe utilizzato un’arma da fuoco.

Non è chiaro nemmeno che legame ci fosse tra il 21enne e le tre vittime. Si parla di un legame di parentela, ma non è stato accertato se fossero i suoi genitori e la sorella o se lontani parenti.

La caccia all’uomo prosegue.

The New Term Begins For Students At Oxford University

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail