Operazione Unmask: Arrestati due Hacker accusati di aver violato sito Expo

Operazione in 4 città italiane contro una rete di hacker che ha violato numerosi siti istituzionali

Sono in corso perquisizioni e arresti a Torino, Sondrio, Livorno e Pisa nell'ambito di un'indagine riguardante un'organizzazione di hacker, ritenuta responsabile di attacchi contro sistemi informatici di infrastrutture nazionali ed istituzionali. Tra i bersagli colpiti dal gruppo anche i sistemi informatici dell'Expo 2015.

L' operazione, denominata Unmask, è coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma e fa capo alla Polizia postale e delle comunicazioni del Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic). Per il momento, risultano essere state fermate due persone lungamente ricercate.

Ivano Gabrielli, responsabile del Cnaipic, ha rilasciato delle dichiarazioni in merito agli arresti all'agenzia stampa Adnkronos:"Due persone che cercavamo da tempo, di spessore internazionale" accusate di essere all'origine di "una serie di campagne di intervento via web, anche sotto le insegne di 'Anonymous'. Tra queste, l'iniziativa 'Antimilitarist 2' e le incursioni contro il sito e la biglietteria di Expo 2015". I due sono sospettati di essere tra i responsabili "dell'oscuramento di diversi portali web istituzionali, tra cui alcuni ministeri, e dell'esfiltrazione di dati sensibili. Sono state effettuate diverse perquisizioni, ora vedremo i riscontri".

Ricordiamo che all'interno della campagna Antimilitarist si è verificata un'operazione di spionaggio della posta elettronica di un ex ammiraglio della Marina. In questo modo, il gruppo ha deciso di mettere in atto un’azione contro l’industria bellica italiana, rivelando informazioni sensibili sul business delle armi.

Obama Outlines Policy For Open And Free Internet

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail