Nocera: arrestato presunto killer di anziane prostitute

Le vittime vennero uccise nel 2010 e 2014, avevano 63 e 74 anni.

killer prostitute nocera superiore

Un presunto killer di prostitute è stato arrestato in provincia di Salerno dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore. In manette è finito Nobile Izzo, tappezziere di 52 anni, incensurato, che gli investigatori ritengono responsabile degli omicidi di due anziane prostitute, avvenuti il primo nel 2010 e il secondo nel 2014.

Le indagini sono state coordinate dalla procura della Repubblica di Nocera Inferiore, il titolare del fascicolo è il pm Giuseppe Cacciapuoti, secondo cui ci sarebbe elementi sufficienti per collegare i due delitti avvenuti a quattro anni di distanza l'uno dall'altro. Entrambi gli omicidi (per i quali in passato c'erano stati altri indagati) sarebbero stati compiuti insomma dalla stessa mano, quella dell'artigiano con la fedina penale pulita.

Più in dettaglio il tappezziere dovrà ora difendersi dall'accusa di aver ucciso, il 14 febbraio 2010 a San Valentino Torio (SA), una donna di 63 anni morta per asfissia e trovata un paio di forbici conficcate nelle parte intime, e successivamente, il 30 maggio 2014, un'altra anziana prostituta, di 74 anni, trovata cadavere in una baracca a Nocera Superiore con un piede di ferro del letto in bocca.

Contro Izzo ci sarebbero delle prove come la localizzazione attraverso il suo cellulare su un luogo del delitto e il suo dna che sarebbe stato riscontrato in tutte e due le scene del crimine. Da una perquisizione in casa del sospetto sono poi state rinvenute delle scarpe compatibili con un'impronta ritrovata a casa della prostituta 63enne uccisa e alcune corde compatibili con quelle utilizzate per strangolarla. Izzo dopo l'arresto è stato tradotto in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail