Uccide il fratello a fucilate a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina)

Roberto Crisafulli, di 32 anni, è stato ucciso all'apice di un violento alterco.

uccide fratello a Barcellona pozzo di Gotto

Aggiornamento ore 12:50. Il fratricidio consumatosi stamattina a Barcellona Pozzo di Gotto è avvenuto in una casa del quartiere Oreto. Qui il 32enne Roberto Crisafulli è stato colpito da una fucilata al petto che sarebbe stata esplosa dal fratello minore Alessandro che è ora in stato di fermo a disposizione del sostituto procuratore di Barcellona, Fabio Sozio. I due fratelli vivevano con i genitori nell'abitazione teatro dell'omicidio, i rapporti tra i due erano tesi a causa di non meglio precisate questioni di carattere privato. La lite sfociata nell'omicidio era iniziata la scorsa notte secondo i carabinieri. L'arma del delitto, un fucile da caccia, era regolarmente detenuta.

Avrebbe ucciso il fratello al culmine di una lite Alessandro Crisafulli, 28 anni, arrestato oggi a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, per omicidio.

La vittima è appunto suo fratello Roberto, di 32 anni. Il delitto sarebbe avvenuto secondo una prima ricostruzione dei fatti stamattina intorno alle 5:00 al culmine di un violento alterco nell'abitazione di famiglia.

Pare che tra i due fratelli i rapporti fossero tesi da tempo, i litigi erano insomma frequenti e il clima a casa abbastanza incandescente.

Stamane la tragedia: per ragioni in fase di accertamento Alessandro Crisafulli avrebbe esploso dei colpi di fucile contro il fratello che è morto all'istante. Le indagini sul fratricidio sono condotte dai carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail